Home   »   Riciclo e riuso   »   Come fare la carta riciclata  
 
Come fare la carta riciclata

Come fare la carta riciclata

Tutti i consigli su come fare la carta riciclata: i tempi, la procedura, le curiosità e i trucchi per riutilizzare il materiale cartaceo in eccesso.

Se vi piace il fai da te e ami riutilizzare gli scarti domestici, sapere quanto è semplice riciclare la carta può essere un ottimo strumento per avere carta da lettere o carta per imballaggio realizzata comodamente in casa. Ovviamente una volta padroneggiata la tecnica, potrete sbizzarrirvi nel creare della carta riciclata del colore e del formato che vi occorre per poter realizzare altri oggetti utili per la vita di tutti i giorni. Oltre alla funzionalità in casa, potrete essere ulteriormente soddisfatti dalla finalità ecologica, poiché saper reimpiegare autonomamente dei materiali di scarto aiuta a salvaguardare l'ambiente, soprattutto alla luce della grande quantità di rifiuti che viene prodotta.
Riciclare la carta può essere un'attività molto divertente ed educativa da realizzare con bambini e adolescenti, poiché nel portare avanti la procedura si impara una competenza tecnica che ha dei risvolti non solo ludici, ma anche di apprendimento delle norme per il rispetto della natura. Le ulteriori finalità formative sono la comprensione dell'importanza del riuso rispetto allo spreco, oltre che imparare a progettare e realizzare un'attività tecnica che viene realizzata in tempi non brevi. È infatti necessario evidenziare che per realizzare la carta riciclata occorrono almeno due giorni poiché il composto prevede un riposo e un trattamento, come verrà illustrato più approfonditamente tra poco. La scansione delle fasi e l'utilizzo degli strumenti giusti sono molto importanti al fine di realizzare della carta riciclata senza intoppi e ottenere un materiale di buona qualità.

Per realizzare la carta riciclata è necessario procurarsi i seguenti oggetti: una cornice di legno o plastica, una bacinella che sia in grado di contenere la cornice e l'acqua necessaria a trasformare il composto, un pezzo di tessuto che consenta di filtrare l'acqua (come seta o calze di nylon), un frullatore, un panno per assorbire l'acqua, un piano su cui poter poggiare la cornice con sopra il composto. Una volta ridotta la carta a disposizione in piccoli pezzi è necessario immergerli in una bacinella d'acqua e lasciarli in ammollo per tutta la notte. Il giorno dopo si dovrà poi trasporli nel frullatore insieme a un po' di acqua: solitamente se si riempie il frullatore con la carta, l'acqua non deve superare la metà del frullatore. In caso di composto troppo liquido o troppo solido è comunque possibile ricompattarlo aggiungendo rispettivamente della carta o dell'acqua.
A questo punto il composto deve essere adagiato sulla cornice con il panno filtrante in modo che la cornice aderisca all'acqua; la poltiglia dovrà essere stesa uniformemente sulla cornice che poi verrà estratta dalla bacinella. In questo modo gran parte dell'acqua contenuta nel composto verrà filtrata grazie alla pressione ricevuta durante la stesura. La cornice dovrà poi essere posta sul panno assorbente (ad esempio un asciugamano) in modo tale da velocizzare i tempi di asciugatura che dipendono dalla carta utilizzata e dallo spessore del foglio utilizzato.