Home   »   Mobilità   »   Bici a pedalata assistita  
 
Bici a pedalata assistita

Bici a pedalata assistita

Conosci le caratteristiche di una bici a pedalata assistita, valuta i benefici economici ed ecologici e decidi se può essere il mezzo di locomozione che fa al caso tuo.
Per andare incontro alle esigenze dei ciclisti negli ultimi anni sono stati realizzati dei modelli di bicicletta con un motore o una batteria in grado di supportare o sostituire le pedalate del conducente. Oltre ai più tradizionali ciclomotori elettrici, infatti, stanno dilagando anche le bici a pedalata assistita; la differenza sostanziale tra i due modelli è che nel primo caso la propulsione della bici è affidata interamente al motore elettrico installato, mentre nel secondo caso il motore elettrico serve a sostenere l'andamento della corsa in base allo sforzo eseguito dal ciclista. Ciò significa che più potenza si imprimerà sui pedali, più sostegno verrà ricevuto dal motore quindi lo sforzo risulterà minore perché compensato dall'impianto collegato ai pedali.

Le bici a pedalata assistita funzionano grazie a un motore posto sulla ruota anteriore o posteriore e alla batteria che conserva e restituisce l'energia ricevuta dalle pedalate. I due sistemi vengono messi in comunicazione da un calcolatore in grado di registrare la potenza ricevuta e di trasformarla proporzionalmente in energia necessaria a sostenere il ritmo della pedalata. Per fornire un esempio, una bici a pedalata assistita con un motore da 250W di potenza può sostenere una velocità di 25 km/h in condizioni ottimali e con la necessaria energia accumulata. È inoltre espressamente previsto dalle normative vigenti che un motore di una bici elettrica non può essere più potente di 250W e che la funzione del motore debba interrompersi in due casi: quando non viene più fornita energia tramite le pedalate e quando si sia raggiunta la velocità massima di 25 km/h. Ciò serve a limitare i rischi che possono scaturire da frenate, rallentamenti imprevisti, urti e cadute.

Le bici a pedalata assistita si rivelano vantaggiose sotto numerosi punti di vista poiché consentono sia di rispettare l'ambiente che di effettuare comunque attività fisica poiché il sostegno del motore viene attivato solo in presenza di pedalata, e non sempre come avviene invece per le comuni bici elettriche. Ciò significa che una bici di questo tipo non emette sostanze inquinanti e permette al ciclista non solo di allenare il proprio corpo ma anche di poter contare sull'aiuto di un motore in caso di tragitti lunghi o in caso di tragitti brevi da dover effettuare più velocemente rispetto al solito.
Il costo di una bici a pedalata assistita, conosciuta anche coi nomi bipa e pedelec, può variare dai circa 500 euro ai 1500, con somme superiori in base agli accessori aggiuntivi che si decideranno di montare eventualmente sulla propria bici ecofriendly.