Home   »   Km zero   »   I farmers market  
 
I farmers market

I farmers market

Le informazioni per essere a conoscenza dei principi fondanti dei farmers market, ovvero dei mercati degli agricoltori che rappresentano un esempio di filiera corta in grado di diminuire i costi dei prodotti e di valorizzare anche le piccole realtà contadine.

Negli ultimi anni il settore agricolo ha cambiato faccia con l'introduzione di particolari politiche che mirano a incrementare l'interesse per i piccoli produttori e per la riscoperta del piacere di coltivare i propri prodotti e di vivere più completamente il mondo agricolo. Oltre alla nascita e all'espansione degli orti urbani, infatti, un'altra realtà che si sta affermando sempre di più è quella dei farmers market che permettono di diminuire i passaggi che intercorrono tra il produttore e il consumatore, con conseguente diminuzione dei costi per chi acquista i prodotti.
I mercati degli agricoltori sostituiscono la precedente filiera lunga con una modalità più snella di compravendita delle colture che permette inoltre di aumentare la produttività delle piccole realtà locali in quanto gli agricoltori possono sperimentare una differente modalità per commercializzare i prodotti in maniera più diretta. Grazie all'abolizione di intermediari tra produttore e acquirente è stato stimato che i consumatori hanno riscoperto l'attenzione per la qualità dei prodotti e per la conoscenza del modo in cui vengono coltivati. Il rapporto di fiducia che si instaura tra agricoltore e consumatore, inoltre, restituisce importanza alla figura dell'agricoltore e invoglia il cliente ad acquistare i prodotti locali e a orientare la propria dieta verso un regime alimentare più sano ed equilibrato. Il valore aggiunto dei farmers market, infatti, è proprio quello di favorire la trasmissione delle nozioni del ciclo produttivo dall'agricoltore all'acquirente, in modo da tale da favorire un consumo più informato.

I venditori che vogliono rientrare nei farmers market devono presentare apposita domanda al proprio Comune di competenza per poter partecipare alle giornate di vendita dei mercati che solitamente vengono calendarizzati mensilmente. Se entro 60 giorni dalla presentazione della domanda al Comune non si è ricevuto alcun riscontro allora la domanda può essere considerata accettata. In alcuni casi si può partecipare anche a mercati situati in una zona diversa dal proprio Comune di residenza ma limitrofa, in base a quanto stabilito dalle normative comunali e regionali.

Un altro vantaggio è rappresentato dalle finalità formative e ludiche dei farmers market poiché spesso vengono organizzati dei laboratori formativi o delle degustazioni dei prodotti che consentono di creare dei momenti aggregativi. La vigilanza sui farmers market è compito delle autorità competenti nel Comune che possono decidere di revocare la partecipazione ai mercati se vengono riscontrate delle irregolarità nel rispetto delle norme igieniche e commerciali.
Per ulteriori informazioni si consiglia di consultare il sito ufficiale di Coldiretti sul quale potrete leggere la normativa in materia.